Gli itinerari

Gli itinerari

Monte Bulgheria

Il Monte Bulgheria, disposto in direzione W‐E, costituito da un imponente blocco calcareo, tocca la costa meridionale del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Il Sito di Interesse Comunitario ha un’estensione di 2400 ettari, con un’escursione altimetrica che va dai 450/500 ai 1225 metri sul livello del mare; fa parte della tipologia dei siti montano‐collinari caratterizzati da numerose formazioni vegetali, con la prevalenza di praterie e habitat forestali quali boschi di ontano napoletano, carpino nero, leccio; in zone più ridotte sono presenti sono presenti anche oliveti, macchia mediterranea e habitat rupicoli. Il Sito si estende nei territori di 4 comuni: San Giovanni a Piro, Roccagloriosa, Celle di Bulgheria, Camerota.

Formazioni vegetali prevalenti

Cespugli alternati a sistemi colturali complessi, a boschi, a oliveti e a praterie

Cespugli alternati a sistemi colturali complessi, a boschi, a oliveti e a praterie Mosaico di piccoli appezzamenti con varie colture annuali, prati stabili e colture permanenti alternati a piccoli boschi, oliveti e praterie.

Vegetazione delle rupi e dei brecciai alternati a prateria, cespugli e oliveti

Vegetazione delle rupi e dei brecciai alternati a prateria, cespugli e oliveti Si tratta di formazioni vegetali tipiche delle aree soleggiate rupestri, costituite da praterie di essenze erbacee xerofile, soprattutto graminacee, adattate a vivere in ambienti caratterizzati da lunghi periodi di siccità e da clima arido. Tali formazioni, spesso alternate ad arbusti tipici della macchia [...]

Praterie pseudo steppiche, macchia a lentisco e mirto, oliveti

Praterie pseudo steppiche, macchia a lentisco e mirto, oliveti Si tratta di formazioni vegetali tipiche delle aree soleggiate, costituite da praterie formate in prevalenza di essenze erbacee xerofile, soprattutto graminacee, adattate a vivere in ambienti caratterizzati da lunghi periodi di siccità. Arbusti tipici della macchia mediterranea come il lentisco (Pistacia lentiscus L.) e il mirto (Myrtus communis L.) [...]

Oliveti alternati a sistemi agricoli estensivi e a praterie

Oliveti alternati a sistemi agricoli estensivi e a praterie Nelle aree collinari del Cilento è molto diffusa la presenza dell’olivo(Olea europea L.). Da secoli la coltura dell’olivo caratterizza il paesaggio, costituendo una importante risorsa per la popolazione. Talvolta gli oliveti, formati da alberi secolari, si trovano alternati a sistemi agricoli estensivi o a radure di prati [...]

Boschi di ontano napoletano alternati a vegetazione delle rupi, a praterie xeriche, a boschi di carpino nero

Boschi di ontano napoletano alternati a vegetazione delle rupi, a praterie xeriche, a boschi di carpino nero Si tratta di boschi termofili (formati da specie vegetali adattate a vivere in ambienti caldi o temperati) in cui dominano l’ontano napoletano (Alnus cordata Loisel. Desf.) e il carpino nero (Ostrya carpinifolia Scop.), localizzati prevalentemente su versanti con pendenze elevate. I boschi [...]

Boschi di ontano napoletano, carpino nero, accompagnate da praterie xeriche

Boschi di ontano napoletano, carpino nero, accompagnate da praterie xeriche Si tratta di boschi termofili (formati da specie vegetali adattate a vivere in ambienti caldi o temperati) in cui dominano l’ontano napoletano (Alnus cordata Loisel. Desf.) e il carpino nero (Ostrya carpinifolia Scop.), localizzati prevalentemente su versanti con pendenze elevate. I boschi sono talvolta alternati a praterie xeriche (formate [...]

Boschi a dominanza di leccio talvolta alternati a boschi di ontano napoletano

Boschi a dominanza di leccio talvolta alternati a boschi di ontano napoletano Si tratta di boschi termofili, (formati da specie vegetali adattate a vivere in ambienti caldi o temperati) caratterizzati dalla presenza del leccio (Quercus ilex L.). Sono diffusi nell’area collinare e submontana, a quote comprese fra il livello del mare e gli 800 metri. Il leccio non [...]

Boschi di carpino nero e ontano napoletano

Boschi di carpino nero e ontano napoletano Si tratta di boschi termofili, formati da specie vegetali adattate a vivere in ambienti caldi o temperati come l’ontano napoletano (Alnus cordata Loisel. Desf) e il carpino nero (Ostrya carpinifolia Scop.). Ontano napoletano Nome botanico: Alnus cordata Loisel. Desf. Famiglia: Betulaceae Nome inglese: Italian Alder Il nome generico potrebbe derivare dalla radice celtica al [...]

Vaste estensioni di praterie xeriche dei versanti carbonatici con zone a bosco di ontano napoletano ed estensioni di felce aquilina

Vaste estensioni di praterie xeriche dei versanti carbonatici con zone a bosco di ontano napoletano ed estensioni di felce aquilina Si tratta di vaste praterie xeriche formate da vegetazione adattata a vivere in ambienti caratterizzati da lunghi periodi di siccità. Tali praterie si trovano di frequente alternate a zone a bosco formato in prevalenza da ontano [...]

Galleria immagini

Sito di Interesse Comunitario: Monte Bulgheria
Sito di Interesse Comunitario: Monte Bulgheria
Sito di Interesse Comunitario: Monte Bulgheria
Sito di Interesse Comunitario: Monte Bulgheria
Sito di Interesse Comunitario: Monte Bulgheria
Sito di Interesse Comunitario: Monte Bulgheria