Sito, posto all’ingresso del Vallo di Diano nell’estremità settentrionale, dove le due catene montuose degli Alburni e della Maddalena si congiungono, il centro è attraversato nelle sue vicende storiche dall’azione del clero regolare e di diverse comunità religiose. Possedimento degli Altavilla fino al 1245, quindi dei Fasanella e dei Sumeroso, entrò nell’ultimo decennio del XIII nelle proprietà dei Sanseverino, che ne tennero il governo fino alla metà del XVI secolo: passò dunque ai Villano, sotto cui il paese nel 1590 salì alla dignità di marchesato, quindi nel 1668 ai Capecelatro, proprietari fino all’abolizione dei privilegi feudali. La cittadina, attiva durante i cruenti moti del 1799 e duramente colpita dal terremoto del 1857, è stata capoluogo dell’omonimo circondario appartenente al Distretto di Sala dal 1811.

Polla: panorama