Fiume Tanagro

Il Fiume Tanagro fa parte del Sito di Interesse Comunitario “Fiumi Tanagro e Sele” il cui territorio si estende su una superficie di 3676 ettari.

Il Sito interessa 5 degli 11 comuni inclusi nell’itinerario Sicignano-Padula ovvero Polla, Pertosa, Auletta, Petina e Sicignano degli Alburni.

Il Tanagro è un fiume di notevole importanza, lungo 92 Km e dotato di un bacino idrografico di 1835 Kmq; nasce sotto forma di torrente nel comune di Moliterno, in provincia di Potenza, riceve un importante apporto d’acqua dalle sorgenti del Calore e da vari torrenti, fino a diventare un fiume vero e proprio ed entrare a far parte del SIC nei pressi delle Grotte di Pertosa. Il Fiume prosegue, poi, lungo un percorso naturale di particolare bellezza attraverso il territorio dei comuni di Pertosa e Auletta e, risalendo verso il comune di Sicignano degli Alburni, continua il suo corso all’interno del SIC per diventare, successivamente, nei pressi di Contursi Terme, il principale affluente di sinistra del Fiume Sele.

Il Sito mostra le caratteristiche tipiche delle aree attraversate da corsi d’acqua mediterranei dove prevalgono le foreste a galleria caratterizzate dalla presenza di salici bianchi, rossi e ripaioli, di pioppi e ontani neri e del sambuco; nel tratto più settentrionale del Fiume sono presenti foreste di latifoglie sempreverdi (Quercus ilex e Quercus rotundifolia). Numerose le aree coltivate nelle zone pianeggianti.

Per quanto riguarda la fauna, va rilevata la presenza dell’Alborella lucana, della trota fario e di colonie di lontra; è da segnalare anche un’avifauna di grande interesse visto che il Sito è attraversato da importanti rotte migratorie.

Vista panoramica del Sito di Interesse Comunitario Fiume Tanagro
Sito di interesse comunitario: Fiume Tanagro
Sito di interesse comunitario: Fiume Tanagro
Sito di interesse comunitario: Fiume Tanagro
Sito di interesse comunitario: Fiume Tanagro

Grotte di Pertosa-Auletta

Le Grotte di Pertosa-Auletta sono un interessante complesso di cavità carsiche, di origine preistorica, situate nel comune di Pertosa con importanti diramazioni nel sottosuolo del comune di Auletta; si estendono per circa tremila metri nella sezione settentrionale dei Monti Alburni e la loro genesi è ascrivibile a fenomeni tettonici.

Le Grotte sono l’unico sito speleologico in Europa attraversato da un fiume, il Nigro, il cui percorso sotterraneo, per un tratto, è navigabile in barca nel cuore della montagna.

Il complesso carsico è stato aperto ai visitatori nel 1932 e costituisce oggi un’importante attrattiva turistica; le visite guidate prevedono un percorso di oltre 1 Km che conduce, fra rocce calcaree ricche di stalattiti e stalagmiti con forme e colori diversi, alla cascata interna, alla Sala del Paradiso e successivamente alla Grande Sala, alla Sala delle Spugne e al Braccio delle Meraviglie.

All’interno delle grotte si svolgono, già da parecchi anni, spettacoli teatrali.

Vista panoramica del Sito di Interesse Comunitario Grotte di Pertosa
Sito di interesse comunitario: Grotte di Pertosa
Sito di interesse comunitario: Grotte di Pertosa
Sito di interesse comunitario: Grotte di Pertosa