Evidenze storico-artistiche

La Chiesa principale del centro è quella di Santa Maria Maggiore: di stile neoclassico, profondamente restaurata nel Settecento dalla famiglia Sabini Del Sole, è costituita da un’unica navata con ricche decorazioni di stucchi e cornici, lesene e capitelli. Nell’edificio sono conservati pregevoli altari in marmi policromi  e undici tele realizzate, nel solco della tradizione solimenesca, dal pittore Nicola Peccheneda (1725-1804), di Polla, oltre che un pregevole organo collocato sulla tribuna sopra l’ingresso principale, costruito nel 1736.

All’interno del centro storico si trova invece il Santuario di San Ciro che, edificato nel Settecento, presenta un prospetto principale dalle linee austere con un portale in pietra di Padula ricco di decorazioni floreali, sopraelevato rispetto al piano stradale. L’interno è suddiviso in tre navate con diverse nicchie e altari nelle laterali, tutte decorate con lesene e sormontate da capitelli: l’altare maggiore, di stile barocco, è stato realizzato in marmi policromi, mentre sopra l’abside è una cupola impostata su quattro pennacchi.

Fuori dal centro abitato, in posizione panoramica, era situato il Santuario di Santa Maria della Colomba, risalente al 1785: complesso conventuale dei Padri Cappuccini prima, passato in seguito alle Suore Oblate Benedettine di Santa Scolastica, è stato abbandonato dopo il sisma del 1980. Al suo interno, costituito da un’unica navata, si conservano una pregevole Madonna in stucco del XV secolo e una scultura lignea policroma del XVII secolo, mentre le pareti presentano un ciclo di affreschi realizzati nel 1713 dal pittore pollese Anselmo Palmieri.

Atena Lucana: Chiesa di Santa Maria Maggiore
Atena Lucana: Chiesa di Santa Maria Maggiore

Atena Lucana: Santuario di San Ciro
Atena Lucana: Santuario di Santa Maria della Colomba